Rosso scabroso

A te, creatore e distruttore del mio amore,
 la mia vita iniziò con te e finirà con te.
Io vivrò sempre accanto ai tuoi desideri più nascosti.

Sono il tuo schiavo, il tuo carnefice…
Per sempre il tuo ROSSO SCABROSO.

12.00

Clear
Aggiungi alla lista dei desideri
Aggiungi alla lista dei desideri
SKU: N/A Categories: , Tags: , ,

Dettagli del Libro

Pages

164

Publisher

Akkuaria

Language

Italiano

ISBN

978-88-6328-358-7

Released

Marzo 2020

Formato

Cartaceo

Nota sull'autore

Dario Miele

Dario Miele è nato e cresciuto a Catania. Il suo amore per la letteratura e i versi lo hanno spinto a dedicarsi agli studi nel campo umanistico. Nel 2018 esordisce con la silloge “Tra le tue dita” (Ed. Akkuaria) che lo porterà alla vittoria di diversi premi e riconoscimenti tra cui il “Premio Akadémon 2018” come miglior poeta emergente e il terzo posto e la menzione speciale della giuria al concorso nazionale "Impavidarte - la biennale della cultura 2018/2019". Premiato nell'ambito del concorso letterario “Salvatore Gaglio”, con il premio speciale della giuria come “giovane talento”, nel 2019 ha collaborato con con l'Etnabook festival ed ha realizzato per diversi enti seminari di scrittura creativa. “Rosso Scabroso è il suo romanzo d'esordio nel mondo della narrativa.

Due anime distanti incrociano i loro passi. Paride vittima del precariato con la passione per la scrittura, timido e insicuro si fa strada in un mondo spietato con un pesante fardello alle spalle. Sente dentro di sé la difficoltà di tenere a freno una sensibilità che gli fa percepire cose sconosciute agli altri. Lucio turbolento e anticonformista, vive rinchiuso dentro un personaggio scomodo di cui lui stesso diviene vittima e carnefice. Il loro incontro segnerà la vita di Paride e lo porterà a scoprire un segreto torbido.

Amore, amicizia, eros e un velo di mistero accompagneranno i due protagonisti in un contrasto tra luci e ombre. La mente umana con i suoi inganni rasenta a volte la follia… ma quanto la follia è realtà e quanto la realtà è follia?