Non sarà più agosto

L’osservatorio che Grey Cameron dirigeva, era un enorme radiotelescopio che a differenza dei telescopi classici che osservano la luce visibile, era specializzato nel rilevare onde radio emesse dalle varie radiosorgenti sparse per l’Universo, come le galassie, le stelle, i pulsar e la materia interstellare, dato che la radiazione elettromagnetica emessa dall’universo assume diverse lunghezze d’onda.

12.00

Clear
Aggiungi alla lista dei desideri
Aggiungi alla lista dei desideri
SKU: N/A Categories: , Tags: ,

Dettagli del Libro

Pages

190

Publisher

Akkuaria

Language

Italiano

ISBN

978-88-6328-379-2

Released

Marzo 2021

Formato

Cartaceo

Nota sull'autore

Gilberto Garofalo

Gilberto Garofalo

È nato a Noto il 4.2.1955 ma ha vissuto a Siracusa e vi è rimasto fino al 1985. All’età di trent’anni si è trasferito a Modena per motivi di lavoro. Finiti gli impegni lavorativi è tornato al caldo sole della sua terra natia.
Persona molto curiosa, appassionata di astronomia e astrofi-sica. Ma Non sarà più Agosto, primo romanzo dell’autore, è frutto di un tormentato sogno.
L’autore ha trasformato i ricordi di quella notte di angoscia, per l’imminente pericolo per sé e per l’intera umanità, in un avvincente racconto.

Dalla base Spaziale di Kourou, nella Guaina Francese, un missile stava per essere lanciato. La Nasa era stata chiamata a eseguire un lancio segreto che non sarebbe mai stato annotato nei registri ufficiali. Si diceva che era qualcosa di innovativo che necessitava la massima riservatezza. Il nuovo propulsore usato era qualcosa di rivoluzionario. Non si capiva perché la scoperta non fossa state resa pubblica, poiché prometteva una svolta storica nel campo dei propellenti e soprattutto nell’esplorazione dell’universo.Nel progetto era previsto che il missile fosse fermato, spegnendo il motore e parcheggiato in una precisa orbita terrestre, per le future attività. Invece il razzo continuò nella sua folle corsa inoltrandosi nello spazio planetario senza alcun controllo. Gli strumenti più potenti non furono in grado di seguire il missile oramai andato perduto per sempre.Vent’anni dopo, la vita di Grey Cameron, a capo di uno staff di ricercatori della Goldstone Deep Space Communications Complex, una struttura per le comunicazioni con lo spazio profondo, realizzato nel deserto del Mojave, in California, viene totalmente sconvolta. C’era qualcosa che proveniva dallo spazio profondo, forse un meteorite o forse dell’altro che aveva casualmente attraversato il campo di osservazione del radiotelescopio. Qualcosa che portava con sé un messaggio di morte per l’intero pianeta… riuscirà l’umanità a mettersi in salvo?