“Cuore con la C” il libro di Maria Stella Sudano

Benvenuti nel mondo
di Verdino il Topolino
tante filastrocche leggerete
e a scrivere bene imparerete.

Vi aspettano parole in verde
con esse si può star tranquilli
son parole perfette e corrette
rispettano l’ortografia
e hanno libertà per la via.

Con le parole in rosso
ALT
son sbagliate
vanno per sempre evitate e allontanate!

C’è Verdino a farti compagnia
pronti, partenza, via!

15.00

Clear
Aggiungi alla lista dei desideri
Aggiungi alla lista dei desideri

Dettagli del Libro

Pages

76

Publisher

Akkuaria

Language

Italiano

ISBN

978-88-6328-373-0

Released

Settembre 2019

Formato

Cartaceo

Nota sull'autore

Maria Stella Sudano

Maria Stella Sudano

È nata a Catania il 18 luglio del 1970, ha conseguito la Maturità
Classica, il diploma di Istituto Magistrale e di Scuola Magistrale. Dal 1998, vincitrice
di concorso per esami e titoli, insegna nella Scuola Elementare. Ha una grande passione
per il teatro greco; dipinge ispirandosi agli impressionisti e disegna astratti.

Cuore con la C fa parte della collana per bambini e ragazzi “La luna nel secchio” per Edizioni Akkuaria di Vera Ambra.
È un libro educativo-didattico finalizzato all’apprendimento delle più elementari regole ortografiche attraverso brevi filastrocche e tavole illustrative che narrano simpatiche vicende o caratteristiche del protagonista Verdino, un topo verde con le orecchie/foglie e una codina tutto fare, insieme ai suoi compagni di viaggio.
Parole e immagini si fondono all’insegna dell’unico obiettivo che è quello di educare e istruire divertendo, permettendo alla fantasia di immaginare mondi diversi e possibili grazie all’immaginazione.
L’ispirazione è di memoria rodariana, in quanto l’autrice, Sudano Maria Stella, ben conosce le difficoltà dell’insegnamento/apprendimento delle regole ortografiche che fondano la loro validità nella mera convenzione linguistica, e per questo affida ad un simpatico protagonista e alle filastrocche divertenti, le sterili regole dell’ortografia, senza esplicitarne la formulazione ma semplicemente l’esito, mettendo in evidenza, anche attraverso il colore, le parole corrette e quelle sbagliate, strette a confronto, favorendo anche la memoria visiva.