Quando andavo in bicicletta

Andare al lavoro in bicicletta mi rilassa, mi fa sentire libera e serena, come poche altre cose riescono allo stesso modo. Quella mattina però ero molto in anticipo e vedendo una bella panchina in mezzo al verde non ho resistito. Mi sono fermata, ho appoggiato la bici dietro lo schienale e mi sono seduta. Ho aperto la borsa e preso una mela, che di solito mangio in ufficio. Finita, avvolgo il torsolo in un fazzoletto di carta e lo ripongo nella borsa, nel frattempo prendo un libro e decido di starmene un po’ tranquilla a leggere.

12.00

Clear
SKU: N/A Category: Tags: ,

Dettagli del Libro

Pages

115

Publisher

Akkuaria

Language

Italiano

ISBN

978-88-6328-334-1

Released

Marzo 2018

Formato

Cartaceo

Nota sull'autore

Anna Pasquini

Anna Pasquini

Nasce nel 1979 a Roma, dove vive e lavora. Si diploma al Liceo Classico e poi si iscrive alla Facoltà di Lingue e Civiltà Orientali alla Sapienza, scegliendo il Giapponese come lingua quadriennale. Sostiene 19 esami su 21, e durante gli anni di Università fa diverse esperienze lavorative in vari settori e a contatto col pubblico, anche negli Stati Uniti, che le offrono interessanti spunti per i suoi racconti. Dal 2017 partecipa a numerosi concorsi letterari nazionali, ottenendo discreti risultati. Attualmente lavora come Assistente del CEO presso un'importante industria spaziale.

L’ambiente intorno al quale i personaggi di questo racconto agiscono e si muovono è quello della città di Roma, dove l’Autrice vive, ma non quello storico del mondo classico. Nessun riferimento a monumenti, chiese o piazze che neppure incidentalmente appaiono nei racconti ma semplicemente a qualche espressione tipicamente romanesca. Analogamente i personaggi non sono quelli storici dei tempi dei Cesari né quelli dei Papi o dei Savoia di primo impatto ma quelli popolani dei nostri giorni e che tutt’al più risalgono al periodo dell’ultima guerra. Anche gli argomenti di ogni singolo racconto sono ancorati alla nostra epoca e trasmettono modi di pensare e di agire tipicamente recenti e sono intrisi di umanità popolare, istintiva e non stantia, per niente permeata da melense romanticherie moderne basate sul sesso o su barbose considerazioni di tipo religioso politico e morale.

 

Reviews

There are no reviews yet.

Be the first to review “Quando andavo in bicicletta”

Your email address will not be published. Required fields are marked *