Pasticcio di colori

Sogno svanito
di passati eventi
emergere ti sento
dal profondo
dell’anima distesa
e più non menti
sulle speranze
che mostravi al mondo.

 

12.00

Clear
Aggiungi alla lista dei desideri
Aggiungi alla lista dei desideri
SKU: N/A Categories: , Tags: ,

Dettagli del Libro

Pages

116

Publisher

Akkuaria

Language

Italiano

ISBN

‎9798479333071

Released

Settembre 2021

Formato

Cartaceo

Nota sull'autore

Pippo Nasca

Pippo Nasca

È nato a Catania nel 1937. Ha pubblicato, oltre al presente volume, con Libroitaliano World - Ragusa la raccolta di poesie Quando l’alba del tramonto incombe. Con Akkuaria: la raccolta di racconti autobiografici Tutto passa e cambia; un libro di saggistica relativo alla Sicilia Ju fazzu ‘n-soccu mi piaci fari; la raccolta di racconti fantastici La fede del Gatto e del Topo; il poemetto in siciliano Lu stranu viaggiu; la raccolta di racconti Ilaria e Catania; la traduzione in siciliano di alcune celebri poesie del Leopardi Di Tia leggiu lu chiantu; una raccolta di poesie mitologiche in siciliano C’era na vota nta l’antica Grecia. Con la casa editrice Anninovanta di Antasicilia: una rivisitazione in siciliano del poema virgiliano Sicilianaeneide. Con Lampidistampa: una raccolta di liriche in siciliano I me’ pinseri; una raccolta di poesie satiriche in siciliano I salateddi; una raccolta di poesie in italiano Scarabocchiando briciole di sogni.

Scoprirsi a viaggiare nei ricordi mentre viaggiamo in treno o siamo seduti sul divano di casa nostra: vi è mai capitato? È impossibile controllarli, bloccarli quando arrivano o chiamarli quando li vogliamo. I ricordi si fanno beffe di noi e basta un niente per riattivare la memoria. Senza ricordi però non avremmo un passato e sarebbe come non aver vissuto. I ricordi siamo noi.

Questo lo sa bene Pippo Nasca, che di viaggi in treno e tra i ricordi sicuramente ne è ben esperto. Lo sa bene il nostro poeta che da abile amanuense ha tessuto con i suoi versi una tela su cui incidere rimembranze e sentimenti.

Sono versi eleganti e ben costruiti quelli del poeta, la sua passione per l’utilizzo di una metrica ben confezionata rende i suoi versi dotati di musicalità accompagnata a scorrevolezza, raffinatezza nella scelte delle parole, mai banali e scontate. Un mosaico incastonato di perle e gemme che scivolano le una sulle altre.
Dario Miele