Sale!

I toni del grigio

Nella grande cucina Olga taceva e guardava il suo Michele. Era così bello e le sembrava così sano. Era nato in un soffio. Poche spinte ed eccolo lì a piangere a pieni polmoni e a scalciare. Eppure il dottore aveva appena detto che non sarebbe mai andato soldato. Oh, certo fosse stato solo quello non avrebbe potuto che essere un bene. Ma, se il cuore del piccolino aveva qualcosa che si poteva sentire anche solo ascoltandolo battere, quel figliolino ci sarebbe mai arrivato alla visita militare? Era andato tutto così bene. La Marianna era una levatrice proprio brava. Loro due se l’erano cavata a meraviglia. Che bisogno c’era di chiamare un dottore a vedere il bambino? Era stata un’idea di Pasquale, che doveva fare tutte le cose a modo suo. Per suo figlio ci voleva il dottore! Certo! E a cosa era servito?

3.0012.00

Clear
SKU: N/A Categories: ,

Dettagli del Libro

Publisher

Akkuaria

Language

Italiano

ISBN

978-88-6328-071-5

Released

febbraio 2010

Formato

Cartaceo, Ebook, pdf

Nota sull'autore

Bruna Mainardi

Bruna Mainardi

È nata a Murano nel 1949 (lei avrebbe preferito almeno il 1950 ma non è stata consultata). Trasferitasi a Mestre nel 1964, si è diplomata all’Istituto Tecnico e poi laureata a Cà Foscari nel 1973.
Per più di vent’anni ha insegnato Matematica applicata alle superiori e le è piaciuto molto.
Ritrasferitasi a causa del lavoro del marito, é stata costretta ad andare in pensione, non perché non amasse più l’insegnamento, ma perché aggirarsi per le lande dell’hinterland milanese, come da giovane aveva fatto in quello veneziano (la sua pur ragguardevole anzianità di servizio conseguita in provincia di Venezia nulla valeva per legge in quella di Milano), non era più compatibile con la sua età.
Per fortuna la sua passione per la lettura e la scrittura non era mai venuta meno; per la prima aveva sempre trovato il tempo anche a notte alta, alla seconda, che richiedeva più concentra-zione, aveva dovuto rinunciare a causa degli impegni con casa, famiglia e lavoro. Venuto meno il lavoro, ecco un vecchio amore a prenderne il posto.

Tre giovani, nati durante e alla fine della prima guerra mondiale, si trovano ad affrontare la seconda, ciascuno con la sua storia alle spalle e nelle circostanze in cui la vita lo ha posto. Ognuno di loro dovrà confrontarsi con gli sconvolgimenti che il nuovo conflitto porterà con sé e con le scelte che ne deriveranno.
Attorno a loro, le persone che con essi condivisero quei momenti e assistettero al macello di esistenze e coscienze che in quel tempo ebbe luogo.
Il bianco e il nero sono stati spesso usati per parlare degli accadimenti di quegli anni e possono essere considerati colori adatti a descrivere idee ed ideali, ma se si vuole raccontare di persone che a quell’epoca vissero, allora diviene necessario usare tutti i toni del grigio.

Reviews

There are no reviews yet.

Be the first to review “I toni del grigio”

Your email address will not be published. Required fields are marked *