A passo lento

L’amore verso ciò che non si può toccare o vedere è l’essenza delle parole dell’Autrice. La sua forma universale d’amore provvede a rendere noi edotti di una forma faticosa e poco materiale, dell’amore di cui solitamente consumiamo, trasportandoci in quella definizione poco usata “Leggerezza”. Ogni simbolo estratto e celato nelle sue parole esalta subito lo spirito interiore portando il cuore al di fuori del corpo e, come un’operazione a cuore aperto, abbraccia la vita senza limiti. “Ti parla ancora la mia Anima. Lo fa ogni mattina al risveglio, quando apro gli occhi e ti affido a Dio.”

12.00

Clear
SKU: 20-4-3 Category: Tags: ,

Dettagli del Libro

Pages

102

Publisher

Akkuaria

Language

Italiano

ISBN

978-88-6328-276-4

Released

Febbraio 2016

Formato

Cartaceo

Nota sull'autore

Katia Giannotta

Katia Giannotta

Nasce a Sesto San Giovanni il 21 marzo 1972. Vive e lavora a Cinisello Balsamo (MI), la città nella quale è cresciuta.
Dopo anni di lavoro nel sociale e di volontariato, nei quali si è anche sposata e laureata in Filosofia presso l’Università degli Studi di Milano, attualmente lavora come docente di italiano presso un istituto superiore professionale.
Ha lavorato per dieci anni come giornalista, collaborando con il quotidiano “Il Giorno” ed è stata per quattro anni Direttore Responsabile di una testata di informazione locale.
Ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie, intitolata “Apulia”, nell’anno 1999. Ha ricevuto importanti recensioni, alcune delle quali sono state pubblicate su riviste locali di cultura. Ha partecipato a eventi, svoltisi a Cesano Maderno, a Desio, nei quali sono state lette al pubblico selezioni delle sue poesie.
L’8 Marzo del 2005 ha allestito una sua mostra di poesie in Villa Casati Stampa a Cinisello Balsamo, in occasione delle celebrazioni per la festa della donna.
Negli ultimi anni, la profonda crisi mistica che ha vissuto ha cambiato il suo modo di essere e di scrivere e l’ha portata ad interessarsi maggiormente ai temi del dialogo interiore e dell’anima.
Si occupa di poesia e scrittura creativa.

L’amore universale e assoluto che si articola nei versi di questa silloge tende a condurre il lettore nel mondo divinamente giusto e consapevole.
Non si vive per una ricompensa che giungerà un domani. Si vive per dar senso all’oggi.” Questa frase prepara la lettura del senso del vero, di quello illuminato e tracciato, la via giusta per arrivare alla meta con serena partecipazione, indice di libertà interiore.
L’amore vero non è esclusivamente karmico, anche mistico, Katia riesce a donarci questa grande emozione, l’espressiva radice di questa ricerca universale rende il senso, quasi di salmo, ogni suo capoverso o versetto.
Il DNA poetico dell’Autrice non contiene soltanto la capacità espressiva ma anche e soprattutto l’universalità. Infatti, la vera poesia è quella universale che può essere letta oggi, domani, sempre.
Il sempre è una chiara risposta alle innumerevoli domande che facciamo a noi stessi, ogni volta che camminiamo sulla strada mistica.
Questo percorso che Katia ci invita a seguire è un percorso intriso di percezioni illuminate di simboli chiari e riferimenti puri. Le sue parole, in un mondo così inquinato, sembrano avere la forza di depurare ogni cosa del presente. La forma di vita come l’acqua rende partecipe nei suoi versi la vita. A passo lento è una raccolta che ci rende il tempo per riflettere e per questo suo modo di scrivere che si riesce a prendere il tempo necessario per il fare.
Leggere frasi come. “Ciò che di me ti Ama vive nel fondo di ogni cosa, ne è sostanza ed essenza assieme.” induce al pensiero mistico più profondo e scava fino al punto in cui trova sostanza ed essenza per amare l’invisibile.
La semplicità con cui si può amare, possedere, ciò che si vede si sente si tocca, non è la completezza o la vera fiducia in sé e per gli altri.
L’amore verso ciò che non puoi toccare o vedere è l’essenza delle parole di Katia.
La sua forma universale d’amore provvede a rendere noi edotti di una forma faticosa e poco materiale, dell’amore di cui solitamente consumiamo, trasportandoci in quella definizione poco usata oggi

Reviews

There are no reviews yet.

Be the first to review “A passo lento”

Your email address will not be published. Required fields are marked *