August 2017

Peter Russell

Forse sarà la luna, o forse le stelle Che mi impediscono di fare ciò che voglio - Cose nobili, virtuose, sublimi e vere Allo spirito innato, che nessuna cosa aliena disaccorda. Ma adesso mi pare di stare dietro alle sbarre O d'essere tutto legato, come uno preso E imbavagliato dai lillipuziani, vittima d'illegale detenzione. Piuttosto benedico le mie strane incarnazioni. Non so perché io mi senta un prigioniero, - Dei poteri maligni o di piccoli folletti, Non ha importanza, - oggi non posso fare nulla Che abbia valore. Ha piovuto tutto il mattino. Mi dicono gli amici che sono "depresso"....

Continua a leggere

L’arte della parola

L’arte, secondo la definizione di Joyce, è disporre degli oggetti per finalità estetiche. Oggetti, sì, trattandosi di arti figurative, quali la pittura, il disegno, la scultura, l’architettura. La per ciò che concerne la “parola”? Parola, Logos per i Greci, Vak per il pensiero induista corno forza creatrice. Ma non in senso metafisico religioso, come solitamente s’intende, bensì come. atto umano. Scrivendo queste riflessioni, mi è venuto di pensare a quanto afferma D’Annunzio, secondo il quale un. ordine di parole vince in efficacia una formula chimica. Ma che cos’è la parola in poesia se non qualcosa che ha un potere evocativo,...

Continua a leggere

Shakespeare La bellezza dell’amore

Nato a Stratford-on-Avon nel 1564, Shakespeare vi morì nel 1616, a 52 anni. Su di lui sono stati scritti un infinità di libri - molti dopo anni di pazienti ricerche - nel tentativo di risolvere. Non ci si può accostare a William Shakespeare non senza aver circumnavigato la genialità del suo pensiero. Cos’è un genio se non l’insieme dei tanti principi opposti che aspirano soltanto all’unione tra di essi. Dalla sua visione della vita e dalla sua straordinaria capacità di penetrare l’animo umano ne trae sentimento e tragedia William Shakespeare, nella sua modernità, pur essendo così lontano dagli eventi dell’umano...

Continua a leggere

Vortice di stelle

Ilary è una ragazza che sta completando la laurea in medicina. La sua vita ha una svolta quando conosce Giulia e instaura con lei un bellissimo e intenso rapporto di amicizia. Molto presto dai suoi sogni si materializzano i suoi desideri, decide quindi di portare avanti una sua ambizione, quella di partire per l'Africa dove si era già recata da bambina con il padre per aiutare il prossimo. Dovrà fare i conti con la sua coscienza, con la lontananza da persone per lei fondamentali. Una storia ricca di valori indispensabili, con un messaggio suggestivo e illuminante. Questa volta ho avuto...

Continua a leggere

Esca viva

Ci sono storie che vorremmo non fossero vere, perché sono così incredibilmente dolorose da lasciare un segno addosso anche a chi si limita a leggerle nelle pagine di un libro, a chi ha avuto una vita abbastanza fortunata da stentare a credere a quello che legge. Una di queste storie è raccontata in Esca viva. Memorie di una vita incompiuta (Akkuaria, pp. 238, € 15,00) di Vera Ambra, i cui brevi capitoli trascinano il lettore attraverso i passi successivi dell’esistenza di Maria, giovane siciliana che impara a sue spese quanto dura può essere la vita. «Un bel giorno tutto avrà un senso. Quindi,...

Continua a leggere

Lievi umane imperfezioni

«Come / i primi boccioli / bucano la neve / così / ritorna e / sorprende l’amore…». In un componimento della raccolta Lievi umane imperfezioni (Edizioni Akkuaria, pp. 70, € 12,00) la poesia viene descritta come il distillato delle essenze dei casi della vita. Così Beatrice Gradassa mette a nudo l’anima di stagioni, eventi atmosferici, dimensioni e sentimenti tutti al servizio di stati d’animo messi alla prova e allo specchio. L’autrice presenta un inverno bucato da boccioli, che inzuppa la casa, prossimo ad invadere una valle che lo aspetta mentre brilla in un sole novembrino. Il linguaggio con cui questo avviene evoca...

Continua a leggere

Stasera sull’Hermada nessun colpo

«Zona del Vallone, Fronte di Guerra del Basso Isonzo; in questo luogo è inviato il tenente Giuseppe Carruba Toscano, veterinario di Sutera, provincia di Caltanissetta, Sicilia. Uomo profondamente legato alla cultura e alle tradizioni popolari dell’epoca, viene arruolato per occuparsi dei numerosi animali al servizio dell’esercito italiano necessari per garantire rifornimento, cibo e armi ai soldati durante la Prima Guerra Mondiale: «La campagna si veste di verde. L’usignolo gorgheggia nelle macchie, gli uccellini trillano tra i rami riempiendo di dolce musica questa primavera che preannuncia col verde e con i fiori lo svegliarsi della natura, il ritorno della vita. Lontano...

Continua a leggere

Dormono tutti tranne me

Un pomeriggio di pioggia, una tazza di caffè bollente: l’occasione perfetta per leggere l’opera prima di Guida Teresa, Dormono tutti tranne me (Edizioni Akkuaria, pp. 114, € 12,00). Autrice e insegnante di professione, Guida idealista e fantasiosa, come ama definirsi, condensa in poco più di cento pagine tutta la fragilità, la forza, la quotidianità di una donna, di una madre e di una (ex) moglie «Nei due giorni a settimana e nei week end che i bambini sono con il padre mi dedico a me stessa, completamente. In quei due giorni riesco a lavarmi con calma nello spogliatoio della palestra,...

Continua a leggere

Il vecchio che vendeva il tempo

Cos’è il Tempo? Ci poniamo mai questa domanda e ne ricerchiamo mai una definizione e un significato profondo, per quanto banale poi possa sembrare essere la risposta? Ci soffermiamo a riflettere su un concetto semplice e complesso come il Tempo? E ci va veramente di conoscerlo, o lo temiamo pur vivendolo? Platone definisce il Tempo come «immagine mobile dell’eternità» nel suo Timeo, come misura del movimento del mondo materiale di generazione e corruzione in cui ha senso il passato e il futuro rispetto all’eternità, eterno presente immobile. Un susseguirsi di un prima e di un dopo dove vita e morte...

Continua a leggere

Piume baciatemi la guancia ardente

Ho letto il libro di Vera Ambra “Piume baciatemi la guancia ardente”, dove si tratteggia la figura del bersagliere siciliano Salvatore Damaggio, eroe dimenticato della difesa del Pasubio durante la prima guerra mondiale, compresa l’acuta considerazione della postfazione di Francesco Giordano. Un personaggio senz’altro positivo nel quadro degli eventi storici della prima guerra mondiale, che rispecchiano un clima di esaltazione patriottica di un’epoca fondamentale per l’unità d’Italia e, nello stesso tempo, costituirono i presupposti per la nascita della dittatura fascista e conseguente seconda guerra mondiale. L’eroe Damaggio, che con appena sette uomini superstiti e due mitragliatrici, opportunamente piazzate, riuscì a...

Continua a leggere

ArabicDutchEnglishFrenchGermanItalianSpanish